Studio di Kinesiologia e Meditazione

La Kinesiologia Specializzata

La Kinesiologia  è un metodo delicato e profondo che sostiene i nostri desideri, libera i comportamenti automatici, dona significato e valore al disagio fisico ed emotivo.  E' rivolto a tutti coloro che desiderano dedicare un tempo a osservare, comprendere e accompagnare la propria evoluzione. La conoscenza rende un essere vivo, cosciente delle situazioni, capace di scegliere, di essere creativo, di affrontare le tematiche quotidiane e di espandere le qualità innate.

La Meditazione Creativa

La Meditazione è la soglia che ci apre alla  capacità di amare, all’intimità, alla creatività e all’espansione del nostro essere. Si nasce portandola con sé. Sono straordinari e oramai riconosciuti scientificamente gli effetti della meditazione sull’attività neurofisiologica globale del cervello. L’armonia psicofisica e il senso di benessere trasformano gli stati di conflitto interiore e i sintomi depressivi. La persona sperimenta un profondo e completo senso di sé, come un’indivisa unità di corpo, mente e coscienza.

Il Tocco per la Salute e l'Armonia

Istruttore e Operatore dello Sviluppo Personale indirizzo Touch for Health - Iscritta all’AKSI
‘Osiamo vivere con Consapevolezza, Amore e Responsabilità’

La fusione della mente con il corpo e delle persone con il mondo mi attrasse fin da bambina: immaginarmi integrata e interconnessa. Mi occupo da più di vent’anni di crescita evolutiva. Una curiosità innata e una forte sete di conoscenza mi hanno portato in un affascinante percorso attraverso diverse discipline olistiche, diventando nel tempo un modo di assaporare la vita. Accompagno le persone in un processo di autoconoscenza e armonizzazione nei vari aspetti della loro vita. Istruttore di Kinesiologia, accolgo gruppi di ascolto del linguaggio del corpo e di Meditazione. Sono felice di vedere la sorprendente efficacia trasformativa del metodo TFH, della Meditazione Creativa e della risonanza semplice e potente dei Gruppi Evolutivi. 

Incontri Individuali

 
Il ‘Touch for Health’ è una tecnica delicata di accompagnamento all’armonia desiderata. E’ autoeducazione alla salute come scelta attiva, stato dell’essere, di evoluzione che ci accompagna quotidianamente e non intesa passivamente come assenza della malattia. Tutto il lavoro svolto attraverso l’utilizzo del test muscolare, è guidato dall’innata intelligenza del corpo, che conosce perfettamente sia lo squilibrio e le ragioni del suo essere, sia le risorse per poter riportare in equilibrio l’intero sistema. 

Questo è il tuo momento!

Incontri di Gruppo

 
I ‘Giardini’ sono uno spazio corale rigenerante mensile: tempi e temi diversi stimolano curiosità. Ci sentiamo spesso soli e diversi di fronte alle domande della vita, alla tristezza e al dolore. L’alto valore del gruppo sollecita la visione più ampia, unisce agli altri nel sostegno reciproco, nella tenerezza espressa, nel sentire condiviso e nell’esplorazione delle tematiche comuni. Ognuno contribuisce con energia, unicità e intuizione. Scegli il tuo ‘GIARDINO’: guarda ogni mese le proposte e contattami per ulteriori informazioni.

Sei accolto con gioia!

LA KINESIOLOGIA E LA MEDITAZIONE SONO UTILI PER:

- autoconoscenza, consapevolezza
- energia fisica, emotiva, mentale 
- serenità, buonumore, vitalità,
- riorganizzazione delle risorse globali 
- motivazione, potenzialità, talenti 
- ansia, depressione, insonnia
- disturbi del sonno, stanchezza cronica
- dipendenze 
- mal di testa, di collo, rigidità
- mal di schiena, dolori muscolari 
- coordinazione motoria
- energia alimentare e ambientale
- attività sportive e artistiche 
- traumi da incidenti 
- studio, memoria 
- concentrazione, attenzione

incontri

Il Giardino di Luce

La Sacralità del Corpo

Il Giardino dei Gioielli

Il Giardino del Sé

Il Giardino di Pace

Il Giardino di Luce

Il Giardino di Primavera

Il Giardino del Cuore

Newsletter

Amore Incondizionato

immagine.testo

‘Gli occhi di un animale hanno il potere di parlare un grande linguaggio’ Martin Buber

 
Ciao cari tutti,
come avete iniziato questo nuovo anno e quale nota vi sembra porti con sé il 2020?

Vi penso sempre in cammino con passo agile, con genuine domande custodite nel cuore e sani intenti accuditi nella mente.
Quale rapporto avete con gli amici del regno animale, avete nel corso della vita avuto esperienze speciali?

Ho piacere di condividere con voi il vissuto straordinario di quasi 16 anni di puro amore con Noire, il gatto della Guarigione, così denominato per la sua capacità di accogliere teneramente tutti gli amici che nei vari anni sono passati in studio e nei Giardini, un canto alla sua qualità.

Ci aveva appena scelti, (direi nello specifico aveva amato immediatamente mia figlia) una deliziosa trovatella francese nera, allegra, un pochino snob e con fare elegante, che in una notte di campeggio nei pressi di Lione, grattando sulla tenda insistentemente, aveva già deciso che avrebbe terminato con  noi il viaggio di ritorno verso casa. Dopo pochi giorni,  da una cucciolata abbandonata in un cortile torinese, ci propongono di adottare un piccolo che era stato maltrattato per il suo colore nero, per vecchie superstizioni dettate dall’ignoranza. Era veramente bruttino: una pallina spaventatissima, camminava con pancino raso terra, tuttavia questa volta è il cuore bello di mio figlio a scegliere che l’avremmo accolto.

I figli crescono e entrano intrepidi nella vita, mentre i gatti restano ad accompagnare le fasi.

Inizia così l’avventura: 2 batuffoli neri, teneri e vivacissimi. Anni di stupore, divertimento, risate, tenerezze, bellezza, giocosità, calore. In una sola parola AMORE INCONDIZIONATO!
Quante piccole e grandi modifiche hanno apportato alla casa, soprattutto in gioventù nelle loro corse sfrenate, probabilmente (non diteglielo) ma non l’avrei mai permesso ai miei figli. Li chiamavamo i ‘2 del Genio Guastatori’! Eppure per loro si sono accettati divani bucati, tende tirate, vasi rotti, piante rosicchiate e peli ovunque. In cambio la loro vita interamente dedicata a noi. Attimi di dolcezza infinita, compagnia perenne, stupore per pose incredibili, coccole tenerissime, e attenzioni specifiche nei momenti più dolorosi (loro lo captavano sempre prima di noi).

La presenza di un gatto ha un grande potere terapeutico, migliora il nostro equilibrio psicofisico, fa bene al cuore e alla mente, apportando numerosi benefici. Allontana il cattivo umore, merito del contatto con il pelo che produce ossitocina, l’ormone della felicità e che dona serenità, allentando depressione e ansia. Le fusa, una sorta di mantra felino, sono in grado di alleggerirci e farci sentire meglio, conducendoci a vibrazioni profonde.

Affascinante ed enigmatico, osservatore attento ma discreto, sensibile e terapeutico, il gatto diviene elemento centrale in molte case e famiglie.
Elegge i suoi luoghi preferiti, amante del calore e della tranquillità, col suo fare curioso adora mettere il musino nelle nostre cose: si siede sul libro, quando lo stiamo leggendo o su un quaderno, proprio nel momento in cui siamo intenti ad appuntarvi qualcosa. E’ fatto così, per un irrefrenabile desiderio di essere al centro delle nostre attenzioni! E' straordinario con anziani soli
, malati cronici, persone con disabilità e se si soffre di insonnia.

Questo elegante felino è dotato di una sensibilità particolare, riesce a entrare in sintonia con l’uomo, comprenderne lo stato d’animo e agire di conseguenza. C’è solo bellezza nella sua presenza, una benedizione il suo arrivo! Ma questo molti di voi lo sanno già, soprattutto chi ne fa esperienza quotidiana.

Il dono finale è stato accompagnare Noire nel suo ultimo viaggio: dopo una lunga malattia, con dedizione, amore e attenzione, in casa, nel luogo scelto da lui, con i suoi tempi e il suo modo. Il silenzio, la sacralità che si è creata intorno, i piccoli gesti e il suo sguardo che non mi ha mai abbandonata. Con la meditazione sono entrata in sintonia con lui, questo ha ampliato l’ascolto dei suoi bisogni e del suo amore, ho percepito insieme il suo impeto alla vita e il suo compito terminato con noi. Quanta fierezza e dignità ho riconosciuto in lui, quanta costanza nel ‘vederci’ ed essere attento e presente. L’ultima mattina non era più in grado di muoversi, lo tenevo in una copertina in braccio vicino al cuore. Due i passaggi preziosi: recuperando tutte le sue forze, ha portato fuori dal tepore morbido la zampina appoggiandola sul palmo della mia mano,  e poco dopo in una visualizzazione è arrivata l’immagine di lui che correva in un prato verdissimo ricco di fiori,  saliva su un albero inizialmente secco che poi nel raggiungere il cielo diveniva ricco di foglie brillanti. Il suo ponte, per giungere a camminare sulle nuvole, con direzione chiara e precisa, e allo svelarsi della nebbia, fondersi in un sole nascente.

Grazie Noire del dono di te, della tua zampina che si poggia nella mano, con la grazia conosciuta e la gratitudine di due cuori che si sono amati infinitamente e che si accompagneranno per sempre.

Noi e il regno animale siamo compartecipi di guarigioni reciproche, in un compito di amore più ampio.


 
Perché amo gli animali?
Perché io sono uno di loro.
Perché io sono la cifra indecifrabile dell’erba,
il panico del cervo che scappa,
sono il tuo oceano grande
e sono il più piccolo degli insetti.
E conosco tutte le tue creature:
sono perfette
in questo amore che corre sulla terra
per arrivare a te.

Alda Merini